Filosofia

Il motto della Wang Academy racchiude i tratti essenziali e distintivi del Water Style Taiji e i suoi campi di applicazione.

SALUTE il patrimonio originario individuale e quello acquisito attraverso la pratica. Consapevolezza dell’armonia individuo-natura e coltivazione dell’energia vitale sono i perni  fondamentali della longevità e del benessere.

CULTURA chiave per comprendere, conoscere, evolvere. Alla radice di tutto è la “Cultura” perché tutta la pratica è permeata dei principi del pensiero filosofico cinese e attraverso la pratica aumentiamo il nostro livello di coscienza.

DIFESA il fine ultimo della componente marziale è la sublimazione del conflitto. Sia in termini di armonia con se stessi che nella relazione con gli altri. Difesa e “presenza”, dal punto di vista marziale e anche in ogni aspetto della vita quotidiana.

il M° Wang Zhixiang ci guida in una pratica profonda che vede…

… tutto il corpo impregnato dal Vuoto,
in risonanza con la Natura…

Come si legge in un passo dei Classici del Taiji.

Il Taijiquan è espressione marziale del Taiji, principio originario e duale da cui derivano tutte le manifestazioni della realtà. Praticare Taiji è una costante ricerca della Via di Mezzo, dell’armonizzazione tra estremi opposti nel costante flusso di trasformazione della Vita. Alternanza costante e dinamica tra il “non visibile” (wu 無) e il “visibile” (you 有).

Per questo nei classici del pensiero filosofico e marziale cinese il principio sovrano è il  “Wei Wuwei” (為無為): agire senza agire. O meglio, agire senza scontrarsi con ostacoli e impedimenti. Agire in modo da mantenere in ogni frangente equilibrio e armonia restando aderenti alle condizioni del momento presente.

Nella Wang Academy il percorso di apprendimento si basa sugli Otto Principi della Scuola dell’Acqua, derivanti dall’approfondito studio dei ‘Classici’ da parte dei Maestri Wang Zhuanghong e Wang Zhixiang, espressione diretta del nostro Lignaggio.

vuoto pieno aprire chiudere questo è taiji
Vuoto, pieno, aprire, chiudere: questo è Taiji

Gli 8 principi del Taiji stile dell'Acqua

  • Radice, Tronco, Rami: la dinamica naturale di qualsiasi movimento che si esprime in natura
  • Punto, Linea, Superficie, Volume. Peng, Lu, Ji, An. La sfera, le sfere. Che si concentrano e si espandono
  • La Forza di Gravità. Riconoscerla, usarla, liberare e dare forza al corpo. Come barca sull’acqua
  • Le Tredici Forze. Ba men wu bu. Le Otto Porte e i Cinque Passi. O Cinque Elementi. In ogni direzione, sempre.
  • Quarantacinque gradi. In ogni gesto, in tutte le direzioni, in tutte le azioni. Per infinite traiettorie.
  • L’Intenzione muove l’Energia, il corpo fisico segue. Oltre i suoi limiti. Grazie alla mescolanza di energie sottili e di energie materiali.
  • L’Acqua e i suoi movimenti: lo scorrere, l’onda, il vortice. Che si alternano senza soste.
  • Fuori muove, dentro segue. Osservando il Vuoto da cui tutto origina e a cui tutto ritorna.

Armonia è fortuna,

ricorda il M° Wang Zhixiang. E la via per l’armonia è negli 8 Principi.

Mai contro, mai perdere, mai fermi.

Un percorso verso la “Virtù efficace” di cui si parla nel NEIYE, antico testo che richiama originarie fonti daoiste. La Virtù con cui avvicinarsi alla sorgente dell’Energia Vitale:

… è proprio della natura originaria del Cuore che gli giovino calma e pace… così la sua armonia giungerà spontaneamente a compimento.

calligrafia poesia wang academy

 

Movimenti, 
come fiocchi di neve
che cadono innumerevoli,
incontrollabili.

Forza,
come la corrente di un fiume
che scorre increspandosi e
vortica lontano.

Qi,
come il vagare delle nuvole
che fluttuano
senza arrestarsi.

Yi, 
come la luce del sole
che illumina ogni luogo.

Testo e calligrafia del M° Wang Zhixiang.

Torna su